Logo
SOS Home & Garden vive grazie al suo pubblico. Quando compri qualcosa dai nostri link, potremmo guadagnare una commissione. Scopri di più

Migliori forni per pizza febbraio 2024

Dario De Vita il

Immagine di Migliori forni per pizza febbraio 2024

La pizza rappresenta un simbolo intramontabile dell'Italia, una vera e propria eccellenza gastronomica che seduce milioni di italiani, spingendoli a consumarla almeno una volta alla settimana. La magia della pizza non si esaurisce nei confini delle pizzerie; con un pizzico di abilità e l'attrezzatura adeguata, è possibile prepararla e godersela comodamente a casa. In questo contesto, i forni per pizza da casa emergono come strumenti elettrici indispensabili, progettati appositamente per gli appassionati di cucina casalinga.

Facili da utilizzare, il mercato offre una vasta gamma di questi elettrodomestici, sebbene non tutti siano di pari qualità. È qui che entra in gioco la nostra guida all'acquisto, mirata a orientarvi verso i modelli più performanti per garantirvi un'esperienza culinaria autentica e soddisfacente.

Dai modelli tondi a quelli rettangolari, simili ai tradizionali forni elettrici, abbiamo esplorato diverse tipologie di forni per pizza, con l'obiettivo di consigliarvi i modelli più adatti a soddisfare le vostre specifiche necessità. La nostra guida proseguirà analizzando in dettaglio i vari prodotti, fornendo approfondimenti su come scegliere il forno per pizza perfetto per le vostre esigenze, aiutandovi a discernere quali caratteristiche definiscano un modello come valido.

Vi invitiamo quindi a dedicare il tempo necessario alla lettura di questa guida, che aspira a diventare il vostro punto di riferimento essenziale nella scelta del forno per pizza ideale, soprattutto se vi trovate nella situazione di non sapere quale modello acquistare.

Termostato regolabile fino a 400°C

Il migliore
Immagine di G3 Ferrari G10032

G3 Ferrari G10032

Termostato regolabile fino a 400°C

Uno dei forni per pizza più conosciuti e apprezzati del mercato. È un prodotto che offre il meglio del settore della cottura casalinga della pizza.
Con il G3 Ferrari G10032, la vostra cucina si trasformerà in una vera pizzeria italiana. Con la sua capacità di raggiungere i 400° in soli 5 minuti, il forno garantirà pizze cotte alla perfezione, con croste croccanti e ingredienti succulenti, proprio come quelle delle migliori pizzerie napoletane. La proposta del noto brand non è solo un’eccellenza tecnologica, ma anche un oggetto di stile. Disponibile in una vasta gamma di colori, si adatta a ogni gusto e arredamento, aggiungendo un tocco di classe alla cucina. Insomma, se volete onorare il simbolo dell’Italia, creando pizze che raccontano storie di sapori e passione direttamente a casa vostra, questo forno è tra i migliori che potete acquistare.

Non solo pizza, ma anche grigliate

Il più versatile
Immagine di Cecotec Txuletaco Inferno 8000

Cecotec Txuletaco Inferno 8000

Non solo pizza, ma anche grigliate

Forno per pizza ideale anche per arrostire, con un sistema di temperatura fino a 850º
Il Cecotec Txuletaco Inferno 8000 non è solo un forno per pizza, è una rivoluzione nella cucina domestica. Immaginate di poter raggiungere la temperatura di 850 ºC in soli 3 minuti, garantendo una rosolatura perfetta e un sapore che lascia il segno, proprio come in un autentico ristorante italiano. Con una potenza di 2200W e una resistenza in quarzo, questo modello ottimizza la distribuzione del calore per cucinare pizze croccanti e carne succulenta come mai prima d’ora. La griglia in ferro fuso assicura poi risultati straordinari, mentre la pietra inclusa permette di preparare pizze seguendo la tradizione più pura. Con un timer regolabile fino a 60 minuti e la possibilità di regolare la temperatura da 380ºC a 850ºC, ogni piatto sarà cucinato alla perfezione. Il sistema di regolazione dell’altezza e i vassoi raccogli-grasso rendono l’uso e la pulizia un gioco da ragazzi. Inoltre, gli accessori inclusi, come le pinze in acciaio inossidabile e il termometro iTemp, elevano l’esperienza culinaria a nuovi livelli di controllo e precisione. 

Può cuocere 2 pizze simultaneamente

Con 2 camere di cottura
Immagine di Royal Catering RCPO-3000-2PS

Royal Catering RCPO-3000-2PS

Può cuocere 2 pizze simultaneamente

Forno per pizza con 2 camere di cottura separate, per una regolazione del calore ottimale
Il Royal Catering RCPO-3000-2PS rappresenta l’apice della tecnologia per la cottura della pizza, combinando potenza e design per offrire un’esperienza culinaria senza pari. Con una potenza di 3000W, questo forno è capace di cuocere due pizze contemporaneamente, fino a 40 cm di diametro ciascuna, rendendolo ideale sia per l’uso professionale che domestico. Il suo design elegante in acciaio inox si adatta a ogni ambiente, mentre le due camere di cottura con fondi in pietra refrattaria assicurano una distribuzione uniforme del calore per una pizza dal gusto classico e dalla base croccante. La temperatura regolabile fino a 350 °C e il timer fino a 120 minuti aiutano a garantire una cottura precisa e personalizzata. Inoltre, la facilità di pulizia e il pannello trasparente per monitorare la cottura rendono questo forno un must per ogni amante della pizza, promettendo di trasformare ogni cucina in una vera pizzeria napoletana.

Unisce un design sensazionale alla praticità della cottura a gas

Per la cottura a gas
Immagine di SPEEDY500

SPEEDY500

Unisce un design sensazionale alla praticità della cottura a gas

Forno per pizza a gas dalle dimensioni contenute per un uso domestico facilitato.
Questo forno per pizza unisce la praticità domestica alle prestazioni dei professionisti. Realizzato interamente in acciaio inox, questo gioiello della cucina è dotato di una struttura a camera isolata che assicura una cottura eccezionale. Grazie ai suoi tre strati (acciaio interno, isolante minerale e acciaio esterno verniciato), offre una resistenza alla corrosione senza pari e mantiene le alte temperature necessarie per una pizza perfetta. Il suo design innovativo include uno sportello con maniglia in legno, che rimane fresca al tocco anche quando il forno raggiunge i 500 gradi in soli 15 minuti. Con due bruciatori potenti, da 4,5kw e 1,8kw, la pietra refrattaria rimarrà sempre pronta per garantire una cottura uniforme e un cornicione croccante come quello del vostro pizzaiolo di fiducia. Il kit gas incluso vi libera dalla preoccupazione di dover trovare i componenti giusti; tutto ciò che vi serve è nella confezione. E per i principianti, il ricettario vi guiderà passo dopo passo verso la pizza perfetta. Ma non è tutto: questo forno non si limita alla pizza. Con un’altezza interna di 20 cm, questo modello si rivela versatile anche per pane, dolci, carne e pesce.

Come scegliere un forno per pizza

In questa sezione della nostra guida all'acquisto, approfondiremo come individuare il forno per pizza ideale per le vostre esigenze, discernendo tra le varie opzioni disponibili sul mercato. Per assicurarvi di fare una scelta informata e indipendente (pur consigliandovi di tenervi aggiornati con fonti specializzate, sempre pronte a offrire novità e consigli aggiornati), vi proponiamo una sequenza di criteri da considerare. Seguendoli dall'aspetto più critico a quello meno determinante, sarete equipaggiati con tutte le informazioni necessarie per selezionare bene il vostro futuro forno per pizza, garantendovi autonomia e sicurezza nella scelta. Ecco, quindi, i passaggi fondamentali da seguire per una decisione oculata:

Che tipologie di forno per pizza esistono?

Per prima cosa, quando si acquista un forno per pizza, ci si dovrebbe chiedere se è meglio affidarsi ai modelli a guscio (quelli con forma tonda) o a quelli squadrati (tipicamente a forma rettangolare). Ovviamente ognuno presenta determinate caratteristiche che portano vantaggi e svantaggi. Facciamo quindi un riepilogo di questi ultimi per capire che strada prendere per soddisfare meglio le vostre esigenze di cucina. 

I forni a guscio sono apprezzati per la loro economicità e il design invitante. Sono i più diffusi e si adattano bene agli spazi ridotti, rendendoli una scelta comoda per la maggior parte delle cucine domestiche. Tuttavia, presentano alcune limitazioni, come la potenza che può essere insufficiente per raggiungere le temperature più alte richieste da alcune ricette di pizza. Inoltre, la struttura di questi forni spesso non permette una distribuzione uniforme del calore, che di solito è concentrato nella parte superiore, e questo può influire sulla cottura della pizza. Un altro aspetto da considerare è la capacità: questi forni permettono di cuocere solamente una pizza alla volta e non offrono la possibilità di controllare la cottura senza aprire il coperchio.

Dall’altro lato, i forni squadrati si distinguono per la loro versatilità e la capacità di raggiungere temperature elevate, fattori che consentono una cottura ottimale della pizza. Questi modelli sono spesso dotati di una porta con vetro trasparente che permette di tenere sotto controllo la cottura senza interruzioni. Sebbene siano più costosi e abbiano dimensioni maggiori, che richiedono più spazio in cucina, rappresentano la scelta ideale per chi non vuole compromessi sulla qualità e la performance.

Forno per pizza elettrico o a gas?

Nonostante sia probabile che la scelta cadrà su un modello elettrico, per via della sua maggior semplicità d'uso, vogliamo comunque approfondire una serie di caratteristiche tecniche che contraddistinguono queste due tipologie di forno per pizza. 

I forni per pizza a gas tendono a creare un ambiente di cottura più umido, che può favorire una crosta più morbida e una lievitazione leggermente diversa. D'altro canto, i forni elettrici offrono un controllo più preciso della temperatura, che può essere vantaggioso per ottenere una cottura uniforme e una crosta croccante. Inoltre, i forni elettrici sono spesso considerati più ecologici e, in alcuni contesti, più economici da operare, a seconda del costo dell'energia elettrica rispetto al gas.

Tuttavia, gli appassionati di pizza tradizionale potrebbero preferire il forno a gas per la sua capacità di raggiungere temperature elevate simili a quelle dei forni a legna, che sono ideali per certi stili di pizza. Nel valutare quale opzione sia la migliore, è importante considerare anche la facilità di installazione, i costi di esercizio e manutenzione, oltre al tipo di risultato di cottura desiderato.

I vari tipi di temperature di un forno per pizza

Tra le caratteristiche tecniche da valutare, la comprensione della differenza tra temperatura nominale e temperatura della camera di cottura è fondamentale. Questi due parametri influenzano infatti direttamente la qualità della pizza e la fedeltà alla tradizione napoletana o a qualsiasi altro stile desiderato.

La temperatura nominale di un forno per pizza indica la massima temperatura che il forno è progettato per raggiungere. È un parametro tecnico fornito dal produttore che serve a dare un'idea della potenza e della capacità del forno di generare calore. Un forno con una temperatura nominale elevata è capace di raggiungere temperature tipiche della cottura professionale della pizza, che variano dai 400 ai 500 gradi Celsius. Questo aspetto è importante per la cottura della pizza napoletana, la quale richiede un'alta temperatura per una cottura rapida e uniforme, consentendo di ottenere una crosta esterna croccante con l'interno morbido e ben lievitato.

La temperatura della camera di cottura, invece, si riferisce alla temperatura effettiva all'interno del forno durante l'uso. Questo valore può variare a seconda di molti fattori, tra cui la quantità di pizza inserita, l'apertura frequente della porta del forno e la distribuzione del calore all'interno della camera di cottura. Anche la tipologia di forno (elettrico, a gas, a legna) e il materiale di costruzione influenzano la capacità del forno di mantenere una temperatura costante e uniforme durante la cottura.

Un forno che riesce a mantenere la temperatura della camera di cottura vicina alla sua temperatura nominale, anche in condizioni di uso intensivo, è quindi indice di alta qualità e di capacità di fornire cotture consistenti e prevedibili. Per verificare qual è la temperatura della camera di cottura potete farlo tramite un termometro da cucina oppure tramite un eventuale sensore integrato nel forno per pizza. 

Pietra e resistenza

Come avrete visto, sul mercato esistono diverse tipologie di forni per pizza, ognuna con le proprie peculiarità. Un altro elemento da considerare per un acquisto mirato è capire la differenza tra i modelli a pietra singola, a doppia pietra e a doppia resistenza.

I forni a pietra singola sono la scelta più tradizionale e diffusa tra gli appassionati di pizza fatta in casa. Questi modelli dispongono di una singola pietra refrattaria che assorbe umidità e distribuisce il calore in modo uniforme, garantendo una cottura ottimale della pizza. La pietra, generalmente in materiale ceramico o cordierite, si riscalda per irraggiamento, simulando le condizioni di un vero forno a legna. La pietra singola è ideale per chi cerca una crosta croccante e una cottura uniforme. Tuttavia, questi forni possono richiedere tempi di riscaldamento lunghi per raggiungere le temperature elevate necessarie per la pizza.

I forni a doppia pietra rappresentano un'evoluzione del modello a pietra singola, offrendo una doppia superficie di cottura che permette di cuocere la pizza sia dal basso che dall'alto. Questa configurazione migliora l'uniformità della cottura, riducendo i tempi necessari e garantendo una crosta croccante con il topping ben cotto. I forni a doppia pietra sono apprezzati dagli amanti della pizza napoletana o di quelle a cottura più rapida, in quanto permettono di raggiungere e mantenere le alte temperature necessarie per una lievitazione e cottura ideali.

I forni a doppia resistenza, invece, differiscono dai precedenti per il modo in cui generano calore. Questi modelli utilizzano resistenze elettriche sia sopra che sotto la camera di cottura, permettendo un controllo più preciso della temperatura e della distribuzione del calore. La doppia resistenza consente una cottura più uniforme e veloce rispetto ai modelli tradizionali a pietra singola, essendo in grado di compensare le perdite di calore quando si apre lo sportello del forno. Sono adatti per chi desidera una maggiore flessibilità nella cottura di diversi tipi di pizza, inclusa la possibilità di regolare il calore dall'alto e dal basso per adattarsi a diverse ricette e spessori dell'impasto.

Che funzioni possono avere i forni per pizza?

I forni per pizza sono elettrodomestici progettati con l'essenziale in mente, mirando a perfezionare l'arte della cottura della pizza piuttosto che sovraccaricare l'utente con funzionalità complesse. Al cuore delle loro capacità stanno il controllo della temperatura e il timer, che consentono agli utenti di cuocere la pizza alla perfezione. Questi controlli possono variare da interfacce digitali a manopole tradizionali, a seconda del modello e della tipologia del forno.

Pertanto, la semplicità è una virtù in questo contesto; non è necessario ricercare modelli eccessivamente complicati. Anche i forni più sofisticati tendono a mantenere un approccio minimalista, sottolineando che le funzionalità aggiuntive raramente contribuiscono alla qualità della cottura della pizza. 

Che temperatura raggiungono i forni per pizza?

La temperatura massima che può raggiungere un forno per pizza dipende molto dalla tipologia a cui appartiene. I modelli elettrici, che ribadiamo sono tra i più comuni, difficilmente superano i 400°. Quelli tradizionali, specialmente quelli a legna, sono noti per raggiungere temperature molto elevate, che contribuiscono a dare alla pizza quel sapore e quella consistenza unici. Un forno di questo tipo, se ben costruito e correttamente riscaldato, può facilmente raggiungere temperature tra i 400°C e i 500°C. 

Con quali accessori viene venduto un forno per pizza?

Gli accessori inclusi con un forno per pizza sono spesso essenziali per un'esperienza di cottura ottimale, pertanto tendono a essere piuttosto basilari. Tipicamente, si include una pala per pizza, utile per inserire ed estrarre la pizza dal forno in modo sicuro ed efficiente, evitando così il rischio di scottature. Alcuni modelli potrebbero offrire anche un tagliere in legno, ideale per servire le pizze, o una teglia forata in alluminio, perfetta per cucinare caldarroste o per altre preparazioni che richiedono una circolazione uniforme del calore.

Nonostante possano sembrare meno essenziali, i ricettari rappresentano un valore aggiunto non trascurabile. Questi guide culinarie invitano a sperimentare con diverse varietà di impasti e condimenti, aprendo la porta a un mondo di creatività culinaria. Grazie a loro, è possibile esplorare un ampio spettro di ricette, dalle tradizionali pizze italiane a creazioni più audaci e innovative, arricchendo così l'esperienza culinaria e offrendo l'opportunità di deliziare amici e familiari con piatti unici e personalizzati.

Come si pulisce un forno per pizza?

Un forno per pizza non necessita di particolare accorgimenti da questo punto di vista, soprattutto se si tratta di un modello a guscio con pietra non estraibile. Potete quindi limitarvi a pulire con un panno umido la pietra dopo ogni utilizzo, aspettando ovviamente che questa si raffreddi prima. Per i modelli squadrati, è possibile utilizzare una spazzola di metallo o una spatola per rimuovere i residui di cibo e cenere che si depositano sulla superficie dopo l'uso. 

Chi produce i migliori forni per pizza?

G3 Ferrari si afferma come il marchio di punta nel panorama dei forni per pizza, guadagnandosi la fama di leader indiscusso per qualità e affidabilità. Ariete, sebbene segua da vicino, si distingue maggiormente per il design innovativo e accattivante dei suoi prodotti, pur mantenendo buone prestazioni. Cecotec, d'altro canto, emerge come un contendente degno di nota, ampliando la sua presenza e riconoscimento non solo nell'ambito dei forni per pizza ma estendendosi con successo anche in altre categorie di prodotti.

Quanto spendere per un forno per pizza?

Determinare quanto investire in un forno per pizza richiede di considerare due aspetti fondamentali: il design (tra modelli a guscio o squadrati) e la massima temperatura che il forno può raggiungere. Per chi desidera una soluzione economica senza rinunciare alla qualità, i forni a guscio rappresentano un'opzione vantaggiosa, con prezzi che partono da circa 70€. Questi modelli, pur essendo più accessibili, garantiscono ottime prestazioni, a condizione di cuocere una sola pizza per volta. Al contrario, i forni squadrati, sui quali si consiglia di spendere almeno 150€, offrono una maggiore capacità e, in alcuni casi, dispongono di due compartimenti interni, consentendo così di cucinare più pizze contemporaneamente.

Non rimanere indietro, iscriviti subito!

Non perdere le offerte che potrai trovare sul nostro portale.

Abbiamo a cuore la tua sicurezza. Leggi la nostra Privacy Policy.

Perché puoi fidarti di noi

SOS Home & Garden è fondato sul principio delle recensioni oneste e obiettive. I nostri esperti testano migliaia di prodotti ogni anno, utilizzando piani di test accurati che mettono in evidenza le principali differenze di prestazioni tra i prodotti concorrenti. Niente unità selezionate dai produttori. Nessun contenuto sponsorizzato. Nessuna pubblicità. Solo test e confronti reali e onesti. Quando compri qualcosa dai nostri link, potremmo guadagnare una commissione. Scopri di più

Logo
3LABS S.R.L. • Via Dante 16 - Milano (MI) 20121 CF/P.IVA: 04146420965 - REA: MI - 1729249 - Capitale Sociale: 10.000 euro

Copyright © 2024 - 3Labs Srl. - Tutti i diritti riservati.