Logo
SOS Home & Garden vive grazie al suo pubblico. Quando compri qualcosa dai nostri link, potremmo guadagnare una commissione. Scopri di più

Migliori robot aspirapolvere (giugno 2024)

Dario De Vita il e aggiornato il

Immagine di Migliori robot aspirapolvere (giugno 2024)
Aggiornato

Se siete intenzionati a dire addio alle tediose pulizie giornaliere, specialmente per quanto concerne il pavimento, affidandovi alla tecnologia dei dispositivi automatizzati, allora è giunto il momento di considerare l'acquisto di un robot aspirapolvere. La crescente popolarità di questi apparecchi ha portato a un'ampia varietà di opzioni sul mercato, rendendo la scelta non sempre semplice per chi non è versato in materia. Questa guida è pensata per venire in aiuto a chi si avvicina per la prima volta a questo tipo di tecnologia, fornendo non solo un elenco dei migliori robot aspirapolvere, ma anche una panoramica delle specifiche tecniche per facilitare una scelta consapevole in base alle proprie esigenze.

Negli ultimi anni, il progresso tecnologico ha permesso ai robot aspirapolvere di integrarsi con i sistemi di domotica domestica, come Alexa e Google Assistant, elevando il livello di comodità e benessere all'interno dell'abitazione. Questi dispositivi, infatti, sono diventati veri e propri alleati nelle faccende domestiche, capaci di aspirare e pulire autonomamente l'intero ambiente domestico, adattandosi alle specifiche esigenze dell'utente o seguendo parametri predefiniti in fase di configurazione.

Il mercato dei robot aspirapolvere è ampio e variegato, con prodotti che spaziano da specifiche tecniche avanzate a soluzioni più semplici. In questa guida, ci proponiamo di delineare le opzioni più valide attualmente disponibili, aiutandovi a identificare il modello che meglio si adatta al vostro budget e alle vostre necessità. La motivazione principale che spinge all'acquisto di un robot aspirapolvere è la ricerca di maggiore comodità: molti modelli recenti offrono infatti la possibilità non solo di aspirare ma anche di lavare i pavimenti, sostituendo gli strumenti tradizionali come il mocio.

Per chi condivide la propria casa con animali domestici, esistono modelli progettati per rispondere a questa esigenza, dotati di spazzole speciali per rimuovere efficacemente i peli da varie superfici, inclusi pavimenti e tappeti. Alcuni robot dispongono inoltre di sistemi automatici per lo scarico e il carico di polvere e acqua, con soluzioni tecniche volte a minimizzare la manutenzione necessaria.

Con queste premesse, siamo pronti a introdurvi alla parte più intrigante della guida, dove scoprirete alcuni tra i migliori robot aspirapolvere attualmente in commercio. Per ogni modello presentato, troverete un breve riassunto delle caratteristiche tecniche più rilevanti, accompagnato da link diretti alla pagina del produttore o a store online per ulteriori dettagli o per procedere all'acquisto.

Solleva i mop di 15mm e li lava con acqua calda

Il più tecnologico
Immagine di ECOVACS DEEBOT X2 OMNI

ECOVACS DEEBOT X2 OMNI

Solleva i mop di 15mm e li lava con acqua calda

Questo aspirapolvere robot incorpora le tecnologie più sofisticate attualmente disponibili nel campo, vantando anche la massima potenza disponibile sul mercato al momento del suo lancio.
Iniziamo la nostra panoramica sui migliori robot aspirapolvere con un'eccellenza del settore, l'Ecovacs Deebot X2 Omni, indiscutibilmente una delle scelte più preminenti disponibili sul mercato. Questo modello si distingue per la sua capacità di aspirare e lavare i pavimenti in un unico passaggio, grazie alla presenza di due serbatoi distinti, uno da 3 litri e l'altro da 4 litri. Uno dei suoi maggiori vantaggi, oltre alla tecnologia all'avanguardia, risiede nelle sue eccezionali capacità di aspirazione, che stabiliscono nuovi standard per la categoria raggiungendo fino a 8000 Pa. Il design del robot è stato inoltre aggiornato, passando da una forma rotonda a una quadrata, ottimizzando così la pulizia negli angoli e lungo i bordi delle pareti. Per un dispositivo di punta come l'Ecovacs Deebot X2 Omni, non potevano mancare caratteristiche avanzate come lo svuotamento automatico e un sofisticato sistema di rilevamento degli ostacoli, capace di identificare anche gli oggetti più piccoli, quali i cavi di ricarica.

L'app del robot gestisce anche lampadine e accessori TP-Link

Per una casa domotica
Immagine di TP-Link Tapo RV30 Plus

TP-Link Tapo RV30 Plus

L'app del robot gestisce anche lampadine e accessori TP-Link

Aspirapolvere robot con sistema di svuotamento automatico della polvere e funzione lavapavimenti, il tutto gestito tramite l'app Tapo. Questo dispositivo offre un modo intelligente e interconnesso per semplificare le attività quotidiane, integrandosi in un ecosistema domestico moderno.
Se possedete vari gadget intelligenti TP-Link, come illuminazione e accessori smart, e volete aggiungere un robot aspirapolvere alla vostra collezione senza la necessità di installare un nuovo software per controllarlo, il TP-Link Tapo RV30 Plus rappresenta una scelta perfetta. Questo dispositivo all'avanguardia offre una potenza di aspirazione di 4200Pa, capace di eliminare detriti e polvere anche nei punti più difficili, come tappeti e angoli. Un'altra caratteristica di spicco del Tapo RV30 Plus è il suo sistema di svuotamento automatico, dotato di un ampio sacchetto da 4 litri, che vi permette di evitare il contatto con la polvere per periodi fino a 70 giorni. Per un'esperienza di pulizia personalizzata, il robot vi dà la libertà di impostare zone specifiche di intervento, programmare sessioni di pulizia regolari e scegliere il metodo di pulizia più adeguato per ciascuna stanza, assicurando così risultati ottimali e su misura per ogni vostra necessità.

La tecnologia vSLAM pianifica i percorsi in modo efficiente

Il più affidabile
Immagine di iRobot Roomba S9+

iRobot Roomba S9+

La tecnologia vSLAM pianifica i percorsi in modo efficiente

Robot aspirapolvere dotato di tecnologie e funzionalità all'avanguardia, annoverato tra i più performanti e affidabili sul mercato.
Il modello iRobot Roomba S9+, assieme all'offerta di punta di Ecovacs, stabilisce lo standard nel campo dei robot aspirapolvere. Questo dispositivo non si limita a offrire una semplice aspirazione: integra infatti un sistema di svuotamento automatico che elimina la necessità di interagire con la polvere al momento dello smaltimento. A ogni ciclo di pulizia, il robot si incarica di trasferire i detriti raccolti in un apposito contenitore. Grazie a un'esperienza pluriennale nel settore, iRobot ha costantemente affinato le sue tecnologie, rendendo i suoi robot capaci di navigare anche negli angoli più ostici. Nonostante l'assenza di una videocamera superiore, il Roomba S9+ riesce ad accedere facilmente sotto la maggior parte dei mobili, dove generalmente si rende necessario l'uso di un aspirapolvere tradizionale. Inoltre, come è tipico per i dispositivi di fascia alta, offre una mappatura dell'ambiente domestico molto accurata, avvalendosi della tecnologia vSLAM per pianificare percorsi efficienti e memorizzare le aree già pulite. Completa il quadro la compatibilità con Google Assistant e Amazon Alexa, permettendo di gestire il robot mediante semplici comandi vocali.

Per chi vuole rinunciare a una parte dell'automatizzazione

Senza svuotamento automatico
Immagine di Roborock S8

Roborock S8

Per chi vuole rinunciare a una parte dell'automatizzazione

Caratterizzato da una forza di aspirazione di 6000 Pa, si distingue per prestazioni superiori rispetto alla media, avvicinandosi ai livelli dei dispositivi più evoluti in termini di potenza di aspirazione.
Roborock ha consolidato la propria reputazione producendo robot aspirapolvere di alta qualità, e il suo modello S8 ha segnato un punto di svolta, essendo il primo a offrire una potenza di aspirazione che raggiunge i 6000Pa. Questo primato, tuttavia, è stato poi superato dai suoi concorrenti. Contrariamente a certi modelli di fascia alta, l'S8 non è dotato della funzione di svuotamento automatico, limitando così il grado di automazione che può offrire. Questa mancanza, però, contribuisce a mantenere il prezzo più accessibile, rappresentando uno dei principali vantaggi dei prodotti Roborock. Oltre a ciò, il dispositivo si presenta come un'eccellente soluzione tecnologica per la pulizia domestica, capace di lavare e aspirare con grande efficacia grazie a spazzole ottimizzate per funzionare su diversi tipi di superfici. Merita menzione anche la capacità del mocio di ruotare fino a 3.000 volte al minuto e di sollevarsi fino a 5mm da terra, massimizzando l'efficacia della pulizia. In aggiunta, l'S8 è equipaggiato con un sistema avanzato di rilevamento degli ostacoli, sfruttando una tecnologia 3D per assicurare precisione nell'evitamento degli oggetti durante le operazioni di pulizia.

A un prezzo accessibile avrete sia il robot che lo svuotamento automatico

Il migliore per qualità/prezzo
Immagine di Dreame D10 Plus

Dreame D10 Plus

A un prezzo accessibile avrete sia il robot che lo svuotamento automatico

Robot aspirapolvere offerto a un prezzo vantaggioso, specialmente se si considera la presenza di una funzione di svuotamento automatico. Inoltre, vanta un'eccezionale autonomia, con la capacità di operare ininterrottamente fino a 170 minuti.
Dopo aver esaminato i robot aspirapolvere di fascia alta, i cui prezzi possono essere inaccessibili per molti, ci concentriamo ora su alternative più economiche che non rinunciano tuttavia a tecnologia di punta e efficacia nella pulizia quotidiana. Il Dreame D10 Plus emerge come una delle scelte più vantaggiose in termini di qualità-prezzo. Originariamente proposto a 399,90€, questo modello è spesso soggetto a promozioni nei maggiori negozi online. Con un investimento inferiore ai 400 euro, si ottiene un robot aspirapolvere dotato di funzione di auto-svuotamento e una potenza di aspirazione di 4.000Pa, capace di eliminare lo sporco e le briciole, anche da superfici tessili come i tappeti. La sua tecnologia di navigazione si avvale del sistema LiDAR per mappare rapidamente grandi spazi abitativi in soli 8 minuti, identificando e aggirando gli ostacoli con precisione. Questo dispositivo è inoltre un modello 2 in 1, con funzioni sia di lavaggio che di aspirazione. Presenta un'eccellente autonomia, con fino a 170 minuti di funzionamento continuo, garantendo così che il lavoro di pulizia possa essere portato a termine senza interruzioni.

3000Pa, controlli vocali e sistema di pulizia intelligente a un prezzo accessibile

Il miglior entry level
Immagine di Proscenic 850T

Proscenic 850T

3000Pa, controlli vocali e sistema di pulizia intelligente a un prezzo accessibile

Robot aspirapolvere multifunzionale 2 in 1, capace sia di lavare che di aspirare, fornito di un pratico telecomando. Consente una gestione versatile, permettendo l'uso dell'applicazione dedicata o il comando tramite assistenti vocali, oltre al telecomando incluso.
Se potete fare a meno delle ultimissime innovazioni tecnologiche, quali il riconoscimento di piccoli ostacoli e sistemi di navigazione estremamente avanzati, il Proscenic 850T rappresenta un'opzione ideale. Questo modello si distingue per il suo prezzo competitivo, che lo rende accessibile per meno di 200 euro, rendendolo attraente per un ampio segmento di consumatori. Nonostante alcune limitazioni, il Proscenic 850T riesce a soddisfare le esigenze di molti grazie alla sua elevata potenza di aspirazione di 3.000Pa e alla sua compatibilità con assistenti vocali come Alexa e Siri. Dotato di un serbatoio per l'acqua e un mocio, il dispositivo offre anche una modalità di lavaggio, consentendo di migliorare la pulizia dei pavimenti dopo l'aspirazione. Per coloro che desiderano ottimizzare il tempo, è disponibile una modalità che consente di aspirare e lavare in un unico passaggio, sfruttando comunque un sistema di navigazione intelligente denominato iPNAS 2.0.

Come scegliere un robot aspirapolvere

Dopo aver esplorato e valutato i migliori modelli di robot aspirapolvere disponibili sul mercato, ci sembra essenziale condividere con voi i criteri che hanno guidato la nostra selezione. In quest'articolo, pertanto, vi presenteremo le qualità fondamentali da considerare quando si è alla ricerca di un robot aspirapolvere, elencandole in ordine di importanza, dalla più cruciale alle meno prioritarie.

Conoscere le differenze tra i vari sistemi di navigazione

Quando si è sul punto di scegliere un robot aspirapolvere, un elemento cruciale da considerare è il tipo di sistema di navigazione che il dispositivo integra. Tale sistema può variare in base al prezzo dell'apparecchio, con le tecnologie più avanzate spesso assenti nei modelli più accessibili economicamente. È utile sapere che la correlazione tra il costo e la qualità della tecnologia di navigazione offre un'indicazione iniziale sulle prestazioni del prodotto. Tuttavia, il panorama attuale mostra una tendenza verso l'introduzione di tecnologie prima esclusive dei modelli premium anche in quelli di gamma media. Ecco un'esplorazione dei diversi sistemi di navigazione disponibili per capire meglio cosa aspettarsi da un robot aspirapolvere in termini di capacità tecnologiche.

  • Navigazione tattile: rappresenta il livello più elementare di navigazione. In questo caso, il robot modifica la sua traiettoria non appena incontra un ostacolo. Questo metodo, per quanto semplice, non assicura una pulizia efficace a causa dei movimenti irregolari che potrebbero lasciare alcune aree della casa trascurate. Attualmente, tale tecnologia è tipica dei modelli più economici e spesso di marchi meno consolidati;
  • Navigazione a infrarossi: questo tipo di sistema costituisce un avanzamento, impedendo al robot di collidere contro muri e mobili. Un vantaggio significativo è la capacità di mappare gli ambienti domestici, consentendo al robot di ricordare quali zone necessitano di pulizia. Questo non solo rende il robot più efficiente ma semplifica anche la vostra vita, permettendovi di selezionare aree specifiche per la pulizia senza dover guidare manualmente il dispositivo attraverso tutta la casa;
  • Navigazione ottica: tra le opzioni più sofisticate, questa tecnologia sfrutta una videocamera, collocata sul dispositivo in posizione superiore o frontale a seconda del modello. Grazie alla videocamera, il robot è capace di identificare un maggior numero di ostacoli, garantendo una mappatura degli interni più accurata. Di conseguenza, il rischio di trascurare alcune zone si riduce notevolmente, diminuendo la necessità di interventi diretti da parte degli utenti.

Le funzioni che non dovrebbero mancare in un robot aspirapolvere

Esistono diverse funzionalità aggiuntive che contribuiscono a una pulizia più efficace e a un utilizzo più semplice del robot aspirapolvere. Una delle più cruciali è la capacità di mappare l'abitazione. Per risultare veramente utile, tale capacità necessita di un software avanzato, tipicamente accessibile tramite un'app dedicata su smartphone e tablet, che permetta agli utenti di selezionare specifiche stanze per la pulizia e di ometterne altre. Nei modelli all'avanguardia, si può addirittura restringere l'area di pulizia a piccole sezioni di una stanza, massimizzando così l'efficienza del processo di pulizia e l'autonomia del dispositivo.

Ulteriori caratteristiche fondamentali per un robot aspirapolvere comprendono la funzione di programmazione dell'avvio, che abilita il robot ad attivarsi autonomamente all'ora prestabilita. Questa possibilità rappresenta un notevole beneficio, poiché consente di pianificare la pulizia in assenza degli utenti, garantendo di ritrovarsi con un pavimento pulito al rientro.

La possibilità di controllare il robot mediante comandi vocali rappresenta un altro miglioramento nell'usabilità. La compatibilità con assistenti virtuali come Alexa permette di attivare il robot aspirapolvere senza ricorrere all'uso di uno smartphone.

Nel corso degli anni, i robot aspirapolvere si sono evoluti diventando più versatili, con alcuni modelli in grado non solo di aspirare ma anche di lavare i pavimenti. Tale funzionalità multiuso sta diventando sempre più comune, rendendo preferibili i modelli che la offrono, in quanto riducono la necessità di pulizie manuali con strumenti tradizionali come mocio e lavapavimenti.

Inoltre, è indispensabile che ogni robot sia dotato di una modalità automatica che adatti la potenza di aspirazione al tipo di superficie. Ciò implica che il robot incrementerà automaticamente la sua potenza aspirante al rilevamento di un tappeto, bilanciando la maggiore difficoltà nell'aspirare lo sporco da queste superfici tessili.

Come si misurano le prestazioni di un robot aspirapolvere?

Sebbene i robot aspirapolvere stiano guadagnando in potenza, non riescono ancora a eguagliare le prestazioni di aspirazione delle scope elettriche più avanzate disponibili sul mercato. La forza di aspirazione di questi dispositivi robotici si posiziona oggi al massimo a 8000 Pascal (Pa), una soglia che tuttavia si dimostra adeguata per la pulizia efficace di superfici lisce, rimuovendo la maggior parte delle impurità. È importante riconoscere che l'efficacia dell'aspirazione è legata alla capacità energetica della batteria, che solitamente varia tra i 18 e i 20 Volt (V) nei modelli attuali. L'introduzione di batterie più performanti rappresenta una sfida significativa per i costruttori, che devono bilanciare l'incremento di potenza con le limitazioni di spazio imposte dalle dimensioni compatte dei robot aspirapolvere.

Nonostante queste limitazioni, l'avanzamento tecnologico nel campo del software ha permesso ai robot aspirapolvere di operare con autonomia superiore alle due ore, assicurando una pulizia approfondita anche in ambienti di grandi dimensioni. Gli utenti non dovrebbero preoccuparsi dell'autonomia: la maggior parte dei modelli è dotata di sistemi intelligenti che rilevano il livello di carica residuo e, in caso di necessità, permettono al robot di rientrare autonomamente alla base per ricaricarsi. Dopo aver completato il ciclo di ricarica, questi dispositivi sono capaci di riprendere le operazioni di pulizia esattamente da dove si erano interrotti, garantendo un processo di pulizia efficiente e senza interruzioni.

Con o senza svuotamento automatico?

Determinare la tipologia di robot aspirapolvere più adeguata alle proprie necessità richiede una valutazione attenta delle caratteristiche e delle funzionalità disponibili. Tra queste, una delle distinzioni principali riguarda la presenza o meno del sistema di svuotamento automatico. Tale funzionalità, che sta diventando sempre più comune tra i vari modelli in commercio, permette al robot di depositare autonomamente lo sporco raccolto in un contenitore specifico, progettato per contenere una quantità di detriti proporzionata alle dimensioni dell'apparecchio.

Optare per un robot dotato di svuotamento automatico significa minimizzare l'interazione con la polvere e, di conseguenza, può rappresentare un notevole vantaggio per le persone allergiche, riducendo la frequenza di esposizione agli allergeni domestici. Questo tipo di sistema prevede generalmente un intervento manuale solo per lo svuotamento del contenitore di raccolta, che solitamente avviene con cadenza mensile.

Alcuni modelli di robot aspirapolvere sono commercializzati senza il sistema di svuotamento automatico, tuttavia, è spesso possibile integrare successivamente questa funzionalità acquistando l'accessorio a parte. Questo approccio consente di valutare inizialmente le prestazioni del dispositivo e decidere in un secondo momento se implementare l'opzione dell'svuotamento automatico.

È bene considerare che i modelli dotati di questa tecnologia tendono ad avere un costo superiore rispetto a quelli privi di tale funzione. Tuttavia, alcuni robot aspirapolvere senza svuotamento automatico offrono comunque risultati di pulizia eccellenti. La scelta dipenderà quindi dalle proprie priorità: se si ricerca il massimo livello di automatizzazione, un modello con svuotamento automatico sarà la scelta ideale; se invece si privilegia l'efficacia della pulizia, sarà più utile concentrarsi sulle capacità di navigazione e sulla potenza di aspirazione del dispositivo.

Quanto serve al robot per mappare la casa?

Il periodo necessario affinché un robot aspirapolvere completi la mappatura di un'abitazione varia in base a una serie di elementi, inclusi il tipo specifico di robot, la grandezza dell'abitazione, la configurazione del mobilio, e la tecnologia di mappatura adottata. Tale processo può richiedere da un breve lasso di tempo a molteplici cicli di pulizia per generare una rappresentazione precisa dell'abitazione.

Nel corso di questa fase, il robot procede all'esplorazione dell'area, aggirando gli ostacoli e memorizzando la disposizione delle varie stanze. Di conseguenza, nel corso del suo primo impiego, il robot potrebbe operare con una velocità ridotta, essendo impegnato nella creazione della mappa dell'ambiente. Successivamente, però, si avvarrà di questa mappa per orientarsi con maggiore efficienza nelle pulizie future.

Cosa posso fare con l'app?

L'app per i robot aspirapolvere gioca un ruolo cruciale nel massimizzare l'efficienza e la comodità d'uso di questi dispositivi. 

Una caratteristica essenziale di un'app di qualità è la capacità di fornire una mappa dettagliata e aggiornata degli spazi domestici, evidenziando le aree che necessitano di una rimappatura. Questo è utile in ambienti densamente arredati o disordinati. La precisione della mappatura, tuttavia, dipende direttamente dalle capacità tecniche del robot, con i modelli di punta che offrono solitamente le prestazioni più avanzate in questo ambito.

L'applicazione consente inoltre di selezionare specifiche stanze per la pulizia, evitando così di dover pulire interamente la casa e permettendo una pulizia mirata in aree particolari, come ad esempio sotto il tavolo da pranzo, massimizzando l'efficienza.

Servendosi dell'app come di un telecomando, gli utenti possono gestire il robot con facilità, avviandolo, fermandolo, mettendolo in pausa o riprendendo le operazioni di pulizia secondo necessità. È possibile programmare pulizie regolari in momenti specifici, per esempio durante le ore di lavoro, per minimizzare le interferenze con le attività quotidiane.

L'applicazione offre anche la possibilità di scegliere tra diverse modalità di pulizia, adattando l'operato del robot alle specifiche esigenze della casa, che si tratti di una pulizia concentrata su bordi, in modalità spirale, o di una pulizia generale. Infine, attraverso l'app si possono ricevere e installare aggiornamenti software per il robot, assicurando che il dispositivo rimanga sempre aggiornato con le ultime funzionalità e ottimizzazioni disponibili.

I migliori produttori di robot aspirapolvere

Diverse compagnie, inclusa TP-Link, meglio conosciuta per i suoi dispositivi di connettività come router, stanno facendo il loro ingresso nel crescente settore dei robot aspirapolvere. Questo è incentivato dall'avanzamento rapido delle tecnologie che rendono gli aspirapolvere robotici sempre più sofisticati. Attualmente, il mercato vanta un'ampia varietà di produttori che offrono robot aspirapolvere di qualità superiore. Tra questi, i marchi che spiccano per notorietà, forse anche a causa di campagne promozionali più incisive, includono iRobot, ECOVACS e Roborock.

Antecedentemente all'entrata di TP-Link, anche Dreame si è fatto notare nel panorama, emergendo come uno dei leader per il miglior equilibrio tra qualità e prezzo. Non vanno inoltre trascurati alcuni modelli proposti da Rowenta. Complessivamente, il mercato è ricco di opzioni affidabili e performanti per quanto riguarda i robot aspirapolvere.

Quanto spendere per un robot aspirapolvere?

Determinare il budget adeguato per un robot aspirapolvere è essenziale e dipende dalle proprie necessità di pulizia. Con l'evoluzione tecnologica attuale, è diventato possibile trovare robot aspirapolvere efficienti senza dover necessariamente affrontare spese esorbitanti. Di conseguenza, consigliamo di evitare l'acquisto di apparecchi che superino il limite di 1.000€, in quanto esistono alternative quasi altrettanto performanti a costi più contenuti.

Nel nostro approfondimento per aiutarvi nella scelta, abbiamo evidenziato che esistono modelli in grado di soddisfare elevati standard di pulizia, con un prezzo che si aggira intorno ai 400-500 euro. Questi modelli non solo aspirano lo sporco ma sono capaci anche di lavare i pavimenti. Per gli appassionati di tecnologia che non esitano di fronte a spese maggiori per modelli di ultima generazione, il prezzo potrebbe raggiungere o superare la soglia dei 1.000€.

È importante, però, stare alla larga dai modelli molto economici, offerti a circa 100-150€, poiché la loro capacità di aspirazione è spesso inadeguata per garantire risultati di pulizia ottimali. Questi robot, inoltre, tendono a mancare di tecnologie avanzate per la mappatura degli ambienti, risultando così più suscettibili a problemi di navigazione e alla difficoltà nel riconoscere e superare gli ostacoli.

Non rimanere indietro, iscriviti subito!

Non perdere le offerte che potrai trovare sul nostro portale.

Abbiamo a cuore la tua sicurezza. Leggi la nostra Privacy Policy.

Perché puoi fidarti di noi

SOS Home & Garden è fondato sul principio delle recensioni oneste e obiettive. I nostri esperti testano migliaia di prodotti ogni anno, utilizzando piani di test accurati che mettono in evidenza le principali differenze di prestazioni tra i prodotti concorrenti. Niente unità selezionate dai produttori. Nessun contenuto sponsorizzato. Nessuna pubblicità. Solo test e confronti reali e onesti. Quando compri qualcosa dai nostri link, potremmo guadagnare una commissione. Scopri di più

Logo
3LABS S.R.L. • Via Dante 16 - Milano (MI) 20121 CF/P.IVA: 04146420965 - REA: MI - 1729249 - Capitale Sociale: 10.000 euro

Copyright © 2024 - 3Labs Srl. - Tutti i diritti riservati.