Logo
SOS Home & Garden vive grazie al suo pubblico. Quando compri qualcosa dai nostri link, potremmo guadagnare una commissione. Scopri di più

Migliori motoseghe (maggio 2024)

Dario De Vita il e aggiornato il

Immagine di Migliori motoseghe (maggio 2024)
Aggiornato

Qualora siate impegnati nella rimozione di piante per ricavare combustibile per il riscaldamento domestico invernale o per attività forestali generali, è indispensabile disporre di uno strumento adeguato come la motosega. Per coloro che sono incerti su quale modello scegliere o che non hanno conoscenza delle diverse varianti disponibili sul mercato, questa guida può facilitare la selezione del modello più adatto.

Le motoseghe rappresentano strumenti fondamentali nell'ambito forestale, principalmente impiegati nell'abbattimento di piante e nella segagione del legno. Benché esistano utensili specifici per determinati lavori, le motoseghe sono utilizzate anche per altre mansioni, come il dimensionamento di siepi o diverse forme di potatura, dimostrando così una notevole versatilità. La loro lama affilata, tuttavia, può rappresentare un elemento di rischio per gli utenti meno esperti, i quali potrebbero preferire di ricorrere a strumenti meno intimidatori, come uno dei migliori tagliasiepi.

Nondimeno, l'elaborazione del legno implica inequivocabilmente l'uso di una motosega. Pertanto, se vi sentite a disagio nell'usare questo attrezzo, è consigliabile affidarsi a un esperto. Quest'ultimo si prenderà cura della rimozione degli alberi e del successivo trattamento del legno, sezionando tronchi e rami più grossi in frammenti maneggevoli.

Capacità di taglio elevata per lavori professionali

La migliore
Immagine di Husqvarna 592 XP

Husqvarna 592 XP

Capacità di taglio elevata per lavori professionali

Motosega di livello professionale, alimentata ovviamente a benzina per la massima potenza e capacità di taglio
La Husqvarna 592 XP è una motosega da 93 cc che ridefinisce gli standard di potenza e precisione. Con il suo motore X-Torq e la catena X-CUT, promette una produttività senza precedenti, rendendo ogni taglio più veloce e migliore. Vanta una leggerezza ineguagliabile nella sua classe, grazie a un design che ottimizza l'equilibrio e facilita le manovre, assicurando una giornata di lavoro più efficiente. Gli avvii diventano un gioco da ragazzi, indipendentemente dalle condizioni climatiche, grazie a una procedura semplificata e a un filtro dell'aria per impieghi gravosi, garantendo affidabilità e durata. Con AutoTune 3.0, l'ottimizzazione delle impostazioni del motore avviene automaticamente, eliminando la necessità di regolazioni manuali e assicurando prestazioni massime in ogni situazione. Questa potente motosega, con una potenza di 5.6 Kw, è progettata poi per gestire barre fino a 36", rendendola uno strumento insuperabile per affrontare ogni sfida di taglio. Insomma, il top della categoria!

Tra le migliori per un uso amatoriale

Robusta e performante
Immagine di Alpina ACS 50

Alpina ACS 50

Tra le migliori per un uso amatoriale

Motosega a motore a scoppio dalle elevate prestazioni e barra da 50cm, per lavori domestici senza compromessi.
Nel settore delle motoseghe, l'Alpina ACS 50 si distingue come una delle migliori a una cifra ragionevole, offrendo una combinazione impareggiabile di potenza e precisione grazie al suo motore a scoppio da 49,3 cc e una barra guida di 50 cm, ideale per affrontare senza esitazioni i lavori più impegnativi. Questa motosega ad alte prestazioni non solo garantisce tagli rapidi e accurati su una varietà di legni, grazie anche al suo sistema di lubrificazione automatica che mantiene la catena sempre ottimale, ma si rivela anche un baluardo di resistenza e affidabilità. La sua struttura robusta, abbinata a una catena di alta qualità, promette durata nel tempo e rende l'ACS 50 il compagno ideale per i professionisti del settore, che possono contare su uno strumento che trasforma i lavori più ardui in compiti semplici e soddisfacenti, testimoniando come ogni taglio sia non solo un gesto ma una promessa mantenuta per efficienza e resistenza.

Impugnatura ergonomica e libertà dei cavi

La più semplice da maneggiare
Immagine di Einhell Ge-Lc 36/35 Li-Solo

Einhell Ge-Lc 36/35 Li-Solo

Impugnatura ergonomica e libertà dei cavi

Motosega a batteria con lunghezza di taglio di 33 cm e velocità di 15 M/S. Molto semplice da maneggiare.
Alimentata da un motore brushless per prestazioni ottime nonostante l'alimentazione a batteria, la Einhell Ge-Lc 36/35 Li-Solo è una motosega che vi libera dai vincoli dell'usura meccanica. Questo modello combina una barra da 350 mm e una catena di qualità OREGON, assicurando tagli rapidi e precisi a 15 metri al secondo, ideali per ogni esigenza, dal giardinaggio alla costruzione. La facilità di regolazione e cambio della catena senza attrezzi, insieme a un sistema di lubrificazione automatica con serbatoio da 115 ml, rende la manutenzione un gioco da ragazzi. Progettata con un'impugnatura ergonomica antiscivolo per il massimo comfort e controllo, questa motosega garantisce una presa sicura in ogni condizione. Parte dell'ecosistema Power X-Change di Einhell, la Ge-Lc 36/35 Li-Solo offre la flessibilità di scegliere tra diversi livelli di batterie e caricabatterie venduti separatamente, assicurando così una soluzione su misura per le varie necessità. 

Con indicatore dell'olio affidabile

Per principianti
Immagine di Stihl MSE 141

Stihl MSE 141

Con indicatore dell'olio affidabile

Motosega elettrica con cavo per buone prestazioni di taglio in giardini che si trovano vicino a una fonte di energia.
Se non avete troppo pretese in termini di taglio, spinte ad esempio da un giardino non troppo grande e complesso, allora questa è la motosega che dovreste acquistare. Progettata per essere alimentata elettricamente, con il classico cavo di corrente, la Stihl MSE 141 combina in un design leggero e maneggevole buone prestazioni di taglio, rendendola ideale per principianti e hobbisti. Al cuore di questo modello pulsano un motore elettrico potente e una buona ergonomia che assicura un lavoro a risparmio energetico, riducendo al minimo la fatica. È dotata di un sistema di tensionamento della catena laterale, per una regolazione semplice e sicura, e un serbatoio dell'olio con finestra di ispezione trasparente per un affidabile monitoraggio del livello dell'olio, garantendo così una lubrificazione ottimale. Inoltre, la protezione contro il sovraccarico eleva gli standard di sicurezza e durabilità. La Stihl MSE 141 rappresenta quindi non solo un'eccellenza nel taglio, ma anche un invito a scoprire il piacere del lavoro ben fatto con uno strumento che è sinonimo di potenza, affidabilità e semplicità d'uso.

Come scegliere una motosega

Optare per la motosega adatta richiede un esame accurato di diversi aspetti, data l'importanza di adeguarsi alle necessità personali specifiche, oltre alla dimensione e al volume degli arbusti o alberi da recidere. Fattori cruciali includono anche l'investigazione delle misure di protezione integrate, l'agilità nell'utilizzo e il modello, che determina direttamente la capacità di taglio del dispositivo. Approfondiremo ciascuno di questi elementi per assistervi nel discernere se la motosega che prevedete di acquisire si rivela adeguata per le vostre necessità.

Qual è la tipologia di motosega più adatta a me?

Le motoseghe si dividono in tre gruppi in base al loro meccanismo di alimentazione: a combustione interna, alimentate dalla rete elettrica o funzionanti a batteria. La scelta della categoria influisce sulle prestazioni dell'attrezzo. I modelli a combustione interna spiccano per la loro forza superiore, una caratteristica che le rende insuperabili da quelle elettriche o a batteria per lavori di grande entità, come il taglio di alberi di grosso diametro. Queste macchine, grazie alla loro potenza, supportano barre guida di maggiore lunghezza, potendo arrivare vicino al metro in casi particolari. Le varianti ad uso domestico, tuttavia, comunemente non eccedono i 50cm di barra, dimensione più che adeguata per la maggior parte dei lavori di taglio, compreso quello di tronchi di diametro significativo.

La potenza delle motoseghe a combustione interna può essere indicata in kilowatt (kW), cavalli (HP) o cavalli vapore (CV), a seconda del produttore. Indipendentemente dall'unità utilizzata, l'informazione sulla potenza dovrebbe essere chiara. In ambito automotive, il CV è comunemente usato, con 1 CV che equivale a 0,735 kW, mentre il termine horsepower è prevalentemente britannico, con 1 CV che si avvicina a 0,98 HP. Le seghe elettriche e a batteria, d'altra parte, vedono la loro potenza espressa rispettivamente in Watt e Volt. I modelli elettrici variano da 1.000W a 2.500W, mentre le batterie oscillano tra i 18V e i 40V.

Anche la cilindrata è determinante per le prestazioni delle motoseghe a combustione, variando da 20cc a 80cc. Una motosega considerata di bassa cilindrata ha un motore tra i 20cc e i 35cc. I modelli con motori tra i 40cc e i 60cc sono classificati di media cilindrata, mentre quelli che raggiungono gli 80cc sono considerati di alta cilindrata. Quelle di piccola cilindrata sono adatte a lavori leggeri come la potatura o il taglio di alberelli. Quelle di media cilindrata sono ideali per lavorare su legno e fusti di dimensioni intermedie, e quelle di alta cilindrata sono pensate per l'abbattimento di aree boschive estese, trovando pertanto impiego professionale nel settore forestale.

Benché le motoseghe a catena a combustione interna siano le più robuste e popolari, è cruciale considerare anche le alternative elettriche e a batteria per i loro vantaggi. Un modello elettrico o a batteria, ad esempio, non produce il caratteristico odore di un modello a combustione e richiede solo la verifica dell'olio lubrificante, poiché si alimenta tramite elettricità. Questi modelli sono anche più leggeri, facili da maneggiare e confortevoli nell'uso, con un peso che varia dai 3 ai 4kg.

La lunghezza ottimale della lama

Il criterio principale nella scelta di una motosega è senza dubbio la lunghezza della sua catena tagliente, elemento che varia in base al tipo di motosega utilizzata. I modelli a benzina, ad esempio, tendono ad avere catene più estese rispetto a quelle alimentate elettricamente o tramite batteria. La decisione finale dipenderà dalle vostre specifiche necessità. È cruciale, tuttavia, tenere presente che la catena non dovrebbe mai essere inferiore alla metà del diametro dei tronchi che prevedete di segare. Optare per una catena che superi leggermente il diametro del tronco è la strategia migliore per garantire un taglio preciso e sicuro, riducendo il rischio che l'albero si pieghi imprevedibilmente durante il taglio e cada in una direzione non desiderata.

La velocità ideale della catena

La rapidità con cui si muove la catena di una motosega è direttamente proporzionale alla potenza del suo motore. Misurata in metri al secondo (m/s), una velocità maggiore facilita il taglio del legno. Una catena che avanza con lentezza rende il lavoro più impegnativo, tanto per l'utente quanto per lo strumento stesso. È importante, dunque, selezionare un apparecchio che si adatti alle proprie necessità, tenendo presente che le motoseghe a benzina offrono di norma prestazioni superiori in termini di velocità della catena, garantendo un'efficienza tale da poter affrontare senza problemi la taglia di legnami di varie dimensioni. Tipicamente, queste possono raggiungere i 30 m/s, mentre le versioni elettriche e quelle a batteria tendono a operare a una velocità media di circa 10 m/s.

Cosa deve avere una motosega per essere sicura? 

Maneggiare una motosega richiede grande cautela, specialmente quando l'utensile non è dotato di specifiche caratteristiche di sicurezza. I modelli più aggiornati sono dotati di vari dispositivi di protezione, con livelli di complessità variabili. È fondamentale verificare la presenza di un meccanismo anticontraccolpo, cruciale per salvaguardare le mani in caso di spezzamento improvviso o blocco della catena per qualsiasi causa. È anche essenziale che lo strumento sia equipaggiato con un meccanismo di attivazione combinata, che richiede l'uso simultaneo di due azionamenti per l'avvio, minimizzando il pericolo di attivazione involontaria. Nessuno vorrebbe infatti che l'utensile si avviasse inaspettatamente senza una presa sicura.

Inoltre, è vitale che la motosega sia provvista di un meccanismo di lubrificazione della catena, preferibilmente automatico, per assicurare un movimento fluido della catena. La capacità del serbatoio dell'olio varia in base alle dimensioni dell'utensile, e il meccanismo di lubrificazione può talvolta essere regolato manualmente, una funzionalità vantaggiosa per adeguarsi alle diverse necessità operative. Per ragioni di sicurezza, è anche importante che la catena sia fissata correttamente alla barra guida. La regolazione della tensione di solito si effettua mediante una vite dedicata, ma si consiglia di considerare gli utensili che offrono la possibilità di regolare la tensione con una manopola, per rendere l'operazione quanto più semplice possibile.

L'importanza del peso e la facilità d'uso

Nel contesto del taglio del legno, un'attività che sollecita braccia e mani con intense vibrazioni generate dallo sfregamento della catena, è fondamentale privilegiare motoseghe dotate di un efficace sistema di riduzione delle vibrazioni. Questo accorgimento si rivela prezioso per garantire comfort durante periodi di lavoro estesi. Tali sistemi possono variare da maniglie ergonomicamente progettate a dispositivi di assorbimento delle vibrazioni avanzati, capaci di minimizzare il rischio di disturbi muscolari e nervosi.

Il peso dell'attrezzo è un altro fattore critico: selezionare una motosega che non risulti eccessivamente pesante per le proprie capacità fisiche è essenziale, considerando anche la resistenza generata dall'attrito durante l'uso. Per coloro i cui limiti di forza non sono elevati, potrebbe essere opportuno escludere dall'acquisto le motoseghe a motore a combustione interna, generalmente più pesanti, a favore di varianti elettriche o a batteria, che offrono un'esperienza d'uso più agevole. Qualora si necessiti di abbattere alberi di grandi dimensioni e l'acquisto di una motosega a motore a combustione interna sia inevitabile, si consiglia di operare con supporto per evitare sovraccarichi fisici.

Inoltre, un fattore che contribuisce alla facilità d'uso di una motosega è la presenza di un sistema di avviamento semplificato, che riduce lo sforzo necessario per mettere in moto l'apparecchio. Tale caratteristica si rivela vantaggiosa quando si avvia la motosega dopo un periodo di inattività o in condizioni di freddo, situazioni in cui i motori possono incontrare maggiore difficoltà nell'accensione.

Come usare la motosega nel modo giusto

Per garantire un utilizzo sicuro delle motoseghe, strumenti efficaci ma anche potenzialmente pericolosi, è fondamentale adottare misure precauzionali. Ogni anno, infatti, incidenti con motoseghe causano infortuni a un numero significativo di individui. Per i novizi nell'uso di tale attrezzatura, è essenziale osservare le seguenti pratiche di sicurezza per minimizzare i rischi:

  • Indossate abbigliamento adeguato, quali pantaloni lunghi, camicie a manica lunga e calzature robuste. È imprescindibile utilizzare dispositivi di protezione individuale: protezioni per gli occhi, guanti resistenti, e protezioni uditive, considerando che il livello sonoro generato da una motosega può facilmente superare i 100 dB, rischiando di danneggiare l'udito durante esposizioni prolungate.
  • Familiarizzate con la presa e il bilanciamento della motosega prima di metterla in funzione: per chi è alle prime armi, si sconsiglia di cercare di tagliare alberi di grandi dimensioni e si raccomanda di evitare l'uso della motosega quando ci si sente affaticati.
  • Assicuratevi di impugnare la motosega con entrambe le mani durante l'uso e mantenete sempre una posizione stabile, con i piedi ben piantati a terra. È importante evitare l'uso della motosega mentre si è su scale o si è arrampicati su alberi.
  • Attivate sempre il freno di catena qualora la motosega non stia tagliando correttamente o in qualsiasi situazione che possa richiedere una pausa nell'uso.

Le motoseghe hanno bisogno di accessori?

A seconda della marca e del modello, vari elementi aggiuntivi possono essere trovati all'interno della scatola al momento dell'acquisto, mentre altri possono essere ottenuti successivamente. Questi non sono essenziali per il funzionamento base, ma possono migliorare la comodità d'uso o il trasporto del dispositivo. Ad esempio, uno degli accessori comunemente incluso è la custodia per la lama. Questo componente, tipicamente prodotto in materiale plastico, è progettato per salvaguardare la lama quando la motosega non è in uso, offrendo un ulteriore livello di protezione sia per l'utente che per chi si trova nelle vicinanze.

In assenza di questo, si raccomanda di procurarsi una chiave multifunzione, utile per regolare i bulloni della catena, un'attività inevitabile, in particolare quando è necessario sostituire la catena. Alcuni kit includono già una catena di ricambio e, occasionalmente, una sacca per il trasporto, anche se quest'ultima può essere di maggiore qualità se acquistata a parte.

I migliori produttori di motoseghe

Se avete esplorato la nostra selezione di prodotti, probabilmente avete già iniziato a farvi un'idea sui principali produttori di questo mercato. È importante sottolineare che non si può identificare un unico marchio come il vertice indiscusso della produzione di motoseghe, poiché nomi quali Alpina, Black+Decker e Einhell si distinguono per la qualità elevata dei loro utensili per il giardinaggio. Quando si parla di uso intensivo, adatto per la gestione di vasti spazi boschivi, i marchi che spiccano sono Husqvarna, Stihl e Dolmar.

Quanti soldi investire in una motosega?

Nel definire il budget per l'acquisto di una motosega, è fondamentale orientarsi su modelli che rispondano alle proprie necessità. Per chi prevede di utilizzarla per compiti domestici occasionali, è ragionevole prevedere una spesa che si aggira tra i 100 e i 200 euro; tale cifra può arrivare fino a 300 euro nel caso in cui sia necessario affrontare la sfida di segare tronchi di notevole spessore.

D'altra parte, per gli utilizzatori professionali, come coloro che lavorano nell'abbattimento e nella cura delle foreste, il costo di una motosega che rispetti i requisiti di robustezza e affidabilità richiesti può facilmente superare i 1.000 euro. Pertanto, è cruciale analizzare con attenzione le proprie necessità e l'impiego che si prevede di fare dello strumento, per evitare di investire in un attrezzo più costoso del necessario.

 

Non rimanere indietro, iscriviti subito!

Non perdere le offerte che potrai trovare sul nostro portale.

Abbiamo a cuore la tua sicurezza. Leggi la nostra Privacy Policy.

Perché puoi fidarti di noi

SOS Home & Garden è fondato sul principio delle recensioni oneste e obiettive. I nostri esperti testano migliaia di prodotti ogni anno, utilizzando piani di test accurati che mettono in evidenza le principali differenze di prestazioni tra i prodotti concorrenti. Niente unità selezionate dai produttori. Nessun contenuto sponsorizzato. Nessuna pubblicità. Solo test e confronti reali e onesti. Quando compri qualcosa dai nostri link, potremmo guadagnare una commissione. Scopri di più

Logo
3LABS S.R.L. • Via Dante 16 - Milano (MI) 20121 CF/P.IVA: 04146420965 - REA: MI - 1729249 - Capitale Sociale: 10.000 euro

Copyright © 2024 - 3Labs Srl. - Tutti i diritti riservati.