Logo
SOS Home & Garden vive grazie al suo pubblico. Quando compri qualcosa dai nostri link, potremmo guadagnare una commissione. Scopri di più

I migliori tagliabordi del 2022

Aggiornato al

Immagine di I migliori tagliabordi del 2022

Come i possessori di giardino ben sapranno, la primavera costringe a dedicare parte del proprio tempo libero alla cura delle zone verdi, affinché queste rimangano pulite, ordinate e belle da vedere. A tal proposito, vi abbiamo già segnalato i migliori tagliaerba, ovvero macchine pensate per tagliare l’erba in modo semplice e veloce, con l’obiettivo di ridurre al minimo la fatica. Sebbene i tagliaerba siano in grado di soddisfare la maggior parte delle persone, nonché adattarsi alla stragrande maggioranza dei giardini, potrebbero non essere del tutto efficaci per coloro che cercano la perfezione, tagliando e regolando in maniera precisa anche i bordi del giardino, ed ecco che vengono in nostro aiuto i tagliabordi.

Prima di parlarvi di quest’ultimi, va detto che il tagliaerba rimane lo strumento principale per rimuovere l’erba, lasciando al tagliabordi solo il compito di regolare i bordi del giardino, dove un tagliaerba potrebbe non essere ideale a causa della sua dimensione e forma.

Detto ciò, tagliabordi e tagliaerba hanno molto in comune, dal momento che esistono per entrambi soluzioni con motore a scoppio, a corrente e batteria. Se avete letto la nostra guida dedicata ai migliori tagliaerba, sapete già i vantaggi e svantaggi di ognuno. Ad ogni modo, in questo articolo torneremo sull’argomento, consigliandovi quale tipologia di tagliabordi acquistare in base alle vostre esigenze, lasciandovi di seguito la lista contenente quelli che sono, a nostro giudizio, i migliori tagliabordi.

Potente ed ergonomico, non teme nemmeno il più grande dei giardini

Il migliore a benzina
Immagine di Greencut GGT650
Greencut GGT650
Se avete a che fare con giardini di grosse dimensioni il Greencut GGT650 sarà il vostro miglior alleato. Grazie al motore a scoppio avrete tutta la potenza di cui necessiterete.
Il Greencut GGT650 è un modello a motore a scoppio che fa della potenza il suo punto di forza. Con un motore da 65 cc di cilindrata e quasi 5 cavalli, è perfetto per tagliare qualsiasi tipo di erba, anche la più secca e umida. Inoltre, è ideale per i giardini di grosse dimensioni e avrete la possibilità di regolare la potenza del motore dal comando di controllo centrale, su cui è presente un doppio manubrio con impugnatura ergonomica, che vi garantirà un’ottima maneggevolezza su qualsiasi tipo di terreno. Infine, potrete scegliere se usarlo con la lama o con il filo, entrambi inclusi già in confezione. Se volete un tagliabordi classico e professionale, l'avete appena trovato!

Equilibrato, dalla grande potenza e soprattutto green!

Il migliore elettrico
Immagine di Black+Decker GL9035-QS
Black+Decker GL9035-QS
Se non volete spendere le cifre necessarie per un tagliabordi a scoppio o a batteria questo Black+Decker GL9035-QS è la soluzione migliore tra quelli a corrente.
Consigliato a tutti coloro che preferiscono una soluzione a corrente piuttosto che la benzina. Questo tagliabordi Black+Decker è dotato di manico ad alta torsione, che vi permetterà di raggiungere i punti più difficili del giardino con estrema facilità. Inoltre, il motore elettrico eroga ben 900W, una potenza più che sufficiente per mantenere le prestazioni del taglio costanti in qualsiasi situazione. Se poi non volete portarvi dietro un peso morto per tutto il giardino sappiate che questo gioiellino pesa solamente 3,2 Kg, una piuma in confronto ai concorrenti!

Il tagliabordi che cura il giardino e anche il portafogli!

L'economico
Immagine di Greenworks GST1246
Greenworks GST1246
Il tagliaerba Greenworks GST1246 ha un potente motore da 1200W che assicura un taglio facile e veloce persino dell'erba più resistente. Questo grazie anche alla testa arrotondata che permette al filo del trimmer avanzare facilmente, mentre manico rigido offre una presa perfetta e senza vibrazioni. Il Greenworks GST1246 è inoltre ottimo anche come tagliabordi grazie alle lame dedicate per potare, rifinire le siepi e decespugliare.
Potente e semplice da maneggiare, questo tagliabordi si rivela adatto a perfezionare i bordi e gli angoli del vostro giardino grazie all'estrema precisione offerta dall’avanzamento automatico del filo. Questo, di circa 2 mm, riuscirà ad eseguire un taglio dall'ampio diametro di ben 40cm. Oltre all'impugnatura estremamente maneggevole, quello che rende questo tagliabordi un must per tutti coloro che cercano un prodotto basic ma performante è il prezzo: meno di 100 euro e potrete portarlo a casa, difficilmente troverete tanto a così poco.

Ricarica, taglia e ripeti, il tagliabordi smart di cui non vi serve sapere altro

L'alternativa a batteria
Immagine di Bosch EasyGrassCut 18v-230
Bosch EasyGrassCut 18v-230
Bosch EasyGrassCut 18v-230 è un tagliabordi a batteria da 18V molto maneggevole e leggero, ottimo per l'uso prolungato. Non ha fili e non richiede carburante, inoltre la batteria può essere condivisa con l'ampia gamma di prodotti Bosch. Grazie all'estrema versatilità riesce a pulire anche gli angoli più nascosti del giardino e permette il taglio e rifinitura senza la necessità di chinarsi.
Le soluzioni a batteria sono perfette per coloro che cercano un tagliabordi leggero e utilizzabile in mobilità, oltre ad essere ideali per i possessori di piccoli giardini. A tal proposito, uno dei migliori tagliabordi di questa foggia non può che essere il Bosch EasyGrassCut 18-230, un modello in grado di offrire un’ottima autonomia e una buona potenza di taglio. Grazie ai componenti a click, usarlo è veramente molto semplice e la bobina semi-automatica vi assicurerà sempre una lunghezza del filo ottimale. Se siete alle prime armi con il giardino e volete un dispositivo di rifinitura plug and play andate sicuri con questo prodotto.

Il tagliabordi a benzina che non stanca e col doppio filo di nylon

Consumi ridotti
Immagine di Fuxtec FX-PS162
Fuxtec FX-PS162
Il tagliabordi Fuxtec FX-PS162N è un decespugliatore unico e innovativo progettato per rifinire e perfezionare il giardino. La sua dotazione prevede: dispositivo antivibrazione di fascia alta, bobina in filo di nylon di alta qualità con srotolamento automatico, coltello a 3 denti, diametro del palo di 28 mm per una maggiore stabilità e riduzione delle vibrazioni, motore 3,5 CV 62 cc a 2 tempi, facile accesso al filtro dell'aria e al carburatore e un regolatore di velocità continuo.
 Un altro tagliabordi che fa della potenza la sua arma vincente è il Fuxtec FX-PS162 che, sebbene abbia un motore un po’ più piccolo rispetto alla soluzione di Greencut vista in cima a questa guida, si difende con i suoi 3,5 cavalli e la cilindrata di 62 cc. Consuma meno rispetto al suo collega e l’impugnatura a due mani, abbinata alla presenza di una tracolla, si rivela un’ottima soluzione per coloro che cercano un modello facile da maneggiare e che non stanca. Se poi alcune erbacce vi fanno dannare, c'è sempre il doppio filo di nylon, micidiale contro qualsiasi residuo d'erba.

Come scegliere il tagliabordi

Come annunciato in precedenza, i tagliabordi hanno molte caratteristiche in comune con i tagliaerba, motivo per cui i fattori da tenere in considerazione durante l’acquisto sono quasi identici. I più importanti sono il tipo di alimentazione, la lunghezza del taglio e la praticità d’uso.

Alimentazione

Anche per questa categoria di prodotti, il mercato mette a disposizione modelli a motore a scoppio, elettrici e a batteria. Come avrete avuto modo di capire dalla descrizione di ogni singolo modello da noi suggerito, i tagliabordi alimentati a combustibile sono i più potenti in assoluto, ed ecco perché consigliamo di prendere in considerazione uno di questi a coloro che possiedono un giardino di grandi dimensioni o la cui erba è difficile da sradicare. Questo non significa però che i tagliabordi elettrici siano scarsi, ma quest’ultimi potrebbero richiedere maggior tempo per rifinire le zone dove l’erba è più stopposa.

Se volete evitare l’uso del combustibile senza sacrificare troppo la potenza, allora suggeriamo di puntare su un modello a corrente. In questo caso, però, dovrete assicurarvi che il wattaggio sia quanto più vicino possibile ai 500W, onde evitare di comprare un modello la cui potenza potrebbe costringervi a fare più di una passata per portare a termine il lavoro. Se invece volete un modello a corrente che si avvicini quanto più possibile alla potenza di un motore a scoppio, suggeriamo di prendere in considerazione un tagliabordi con un wattaggio vicino alla soglia dei 1.000W.

Se il vostro giardino è piccolo e vanta un erba facile da tagliare, prendere in considerazione i modelli precedenti potrebbe essere sovradimensionato, motivo per cui consigliamo di acquistare un tagliabordi a batteria. In questo caso, la potenza non sarà paragonabile rispetto alle soluzioni citate pocanzi, ma sarà comunque sufficiente per permettervi di tagliare la maggior parte dell’erba, a patto che prendiate in considerazione modelli con voltaggio da almeno 18V.

Sistema di taglio e tipo di filo

Un al'tra importante caratteristica da valutare quando si acquista un tagliabordi è il sistema di taglio che viene utilizzato dalla macchina per abbattare l'erba. Il tagliabordi infatti fa girare velocemente la sua testa da taglio per eliminare, roteando, l'erba in eccesso. Queste teste da taglio sono solitamente di due tipologie:

  • Taglio a filo: si tratta del sistema più diffuso e permette di tagliare senza problemi anche le erbacce più resistenti. Questa testa da taglio si basa su un filo di nylon che elimina l'erba roteando velocemente. I ricambi di filo per questa testa sono diffusissimi ma anche le tipologie di filo che cambiano per forma e durezza diventando più o meno adatti a determinati lavori. Il filo con diametro tondo è il più morbido ed è quello consigliato per il taglio dell'erba semplice. Eventuali arbusti più duri infatti rischierebbero di spezzarlo. Il filo quadrato invece è studiato per le sterpaglie, per i rametti secchi o per altri grovigli di rovi. La sua sezione quadrata lo rende infatti tra i più resistenti del mercato e in alcuni casi evita l'acquisto di una testa da taglio con coltello.
  • Taglio a coltello: si tratta di una testa di livello avanzato studiata per lavorare su piccoli arbusti piuttosto che su erbacce. Sulla testa, invece di un filo, ci sono montate tre lame rotanti di plastica molto resistenti che sminuzzano e rimuovono anche i rami più duri. L'usura in questo caso è maggiore del filo e una testa del genere risulta più costosa della semplice bobina di nylon.

Larghezza di taglio e velocità

Proprio come in un tagliaerba, la larghezza di taglio è importante perché andrà ad influire sulla quantità di erba tagliata con un singola passata. È chiaro quindi che per tagliare o rifinire un prato di dimensioni generose è consigliato puntare su un modello la cui lama abbia un’ampiezza di taglio di circa 40 cm, mentre per i giardini medio piccoli sarà sufficiente una lama dal diametro compreso tra 20 e 35 cm.

Inoltre, ha la stessa importanza la velocità di rotazione della lama, o del filo, che deve raggiungere almeno i 5.000 giri al minuto. Una velocità inferiore, infatti, non riuscirebbe a tagliare l’erba, anche se lame e tagliabordi sono di ottima qualità.

Praticità d’uso

Essendo il tagliabordi uno strumento che richiede di essere sollevato a mano per poterlo utilizzare, la praticità d’uso è un altro fattore da tenere in considerazione, soprattutto nei modelli il cui peso tende a raggiungere soglie stancanti. Sebbene la maggior parte dei modelli in commercio ne sia provvisto, è importante controllare che il tagliabordi abbia un’ottima impugnatura, oltre ad un ulteriore supporto nella parte centrale affinché possiate usarlo con due mani, aumentando così la maneggevolezza.

Altro strumento che va ad influire sulla praticità d'uso è senza dubbio la testa da taglio orientabile. Acquistando un tagliabordi che vi fornisce questa possibilità di orientamento, molti dei lavori di rifinitura vi sembreranno più semplici e potrete addirittura raggiungere punti del giardino che prima raggiungevate con fatica. Un optional da valutare soprattutto se avete molte siepi.

Ultimo importante strumento che migliora la praticità d'uso riguarda le protezioni. Ci sono alcuni taglibordi infatti che montano una protezione circolare tutta intorno alla testa da taglio. A cosa serve questa protezione? Oltre  a proteggere l'utilizzatore, evitando che qualche frammento di tronco gli schizzi addosso, la protezione vi garantirà un taglio più preciso nella zona da limare, proteggendo eventuali piante o fiori che crescono limitrofe.

Sicurezza

La sicurezza gioca un ruolo fondamentale su questi strumenti, soprattutto per chi è solito tagliare l'erba in profondità, raggiungendo in alcuni casi le radici, motivo per cui dovreste affidarvi a un tagliabordi con funzionalità integrate relative alla sicurezza, in modo da svolgere un lavoro sicuro. A tal riguardo, alcuni accorgimenti relativi alla sicurezza sono una protezione anti detriti, un sistema di blocco dedicato alle eventuali accensioni accidentali e le già citate impugnature imbottite.

Le protezioni anti detriti sono posizionate di solito nella parte posteriore dello strumento e, come è facile intuire, servono per evitare che erba, sporcizia e sassi vengano sparati a forte velocità sul vostro corpo. Nonostante la presenza di queste protezioni, alcuni detriti possono comunque oltrepassare, quindi dovreste sempre indossare un paio di occhiali di sicurezza, pantaloni lunghi e scarpe chiuse durante il lavoro.

La protezione sull'avviamento del motore accidentale impedisce che il tagliabordi possa creare danni qualora venga premuto per errore il pulsante di accensione. Questo sistema di sicurezza è una semplice funzione che blocca il grilletto, a meno che non venga premuto a lungo. In tal caso, il tagliabordi si avvierà e potrà essere utilizzato normalmente. Le impugnature imbottite presenti sulla struttura e sull'impugnatura aiutano a ridurre le vibrazioni. Queste qualora siano forti e costanti possono causare affaticamento, ma con una buona imbottitura sarà molto più semplice afferrare e gestire l'attrezzo.

Funzioni extra

Oltre alle caratteristiche citate pocanzi, numerosi produttori di tagliabordi aggiungono funzioni extra per contribuire a migliorare la versatilità dello strumento, consentendovi di prendervi cura del giardino nel modo più semplice possibile. Queste funzioni extra possono includere strumenti di rifilatura e bordatura 2-in 1, maniglie ausiliarie regolabili e accessori.

Uno strumento di taglio e bordatura 2-in-1 offre all'utente la possibilità di scegliere di tagliare l'erba o bordare il prato. Questi strumenti combinati sono utili soprattutto per giardini di piccole e medie dimensioni, dato che nei prati di grosse dimensioni conviene investire in uno strumento progettato appositamente per una specifica funzione.

Le maniglie ausiliarie regolabili offrono all'utente un punto aggiuntivo per afferrare il tagliabordi, avendo così la possibilità di controllarlo in base alla propria altezza, grazie anche al fatto che la maniglia ausiliaria può essere spesso fatta scorrere su o giù. Ovviamente più la posizione della maniglia si adatta al movimento naturale del corpo, più sarà facile per la persona utilizzare lo strumento. Gli accessori, infine, possono includere una vasta gamma di prodotti in confezione, tra cui prolunghe, batterie extra e caricabatterie.

Differenze tra tagliabordi e tagliaerba

Nonostante entrambi siano strumenti pensati per curare il vostro giardino e nonostante entrambi taglino l'erba tramite una lama, uno dei due si comporta meglio in base alle esigenze che si hanno in quel momento. Il tagliabordi è pensato per perfezionare i bordi del prato in modo che quest'ultimo appaia pulito e nitido. Un tagliaerba, invece, viene utilizzato per falciare l'erba alta o comunque in quei luoghi dove il tagliabordi non è adatto. Come avete avuto modo di scoprire nel corso dell'articolo, molti produttori realizzano soluzioni All-in-One in grado di falciare e bordare. Nonostante quest'ultime risultano versatili, vale la pena sottolineare che è sempre meglio affidarsi a un prodotto progettato per eseguire uno specifico lavoro, dal momento che risulterà più efficiente e potente.

Quando usare il tagliabordi

Il momento migliore per curare il giardino è durante la mattinata prima che il sole diventi troppo cocente, ma dopo che la rugiada evapori completamente. Questa è un'attività che viene svolta settimanalmente, soprattutto durante la seconda parte della primavera e all'inizio dell'autunno, quando l'erba cresce più rapidamente.

Per quanto riguarda invece la questione relativa a se conviene utilizzare prima il tagliabordi o il tagliaerba, le opinioni sono molto contrastanti, il che ci porta pensare che non ci siano differenze enormi nell'usare uno strumento prima dell'altro. Il modo migliore per rispondere a questa domanda è provare in entrambi i modi e confrontare i risultati.

Non rimanere indietro, iscriviti subito!

Non perdere le offerte che potrai trovare sul nostro portale.

Abbiamo a cuore la tua sicurezza. Leggi la nostra Privacy Policy.

Perché fidarsi di noi

SOS Home & Garden è fondato sul principio delle recensioni oneste e obiettive. I nostri esperti testano migliaia di prodotti ogni anno, utilizzando piani di test accurati che mettono in evidenza le principali differenze di prestazioni tra i prodotti concorrenti. Niente unità selezionate dai produttori. Nessun contenuto sponsorizzato. Nessuna pubblicità. Solo test e confronti reali e onesti. Quando compri qualcosa dai nostri link, potremmo guadagnare una commissione. Scopri di più

Logo
3LABS S.R.L. • Via Dante 16 - Milano (MI) 20121 CF/P.IVA: 04146420965 - REA: MI - 1729249 - Capitale Sociale: 10.000 euro

Copyright © 2022 - 3Labs Srl. - Tutti i diritti riservati.