Logo
SOS Home & Garden vive grazie al suo pubblico. Quando compri qualcosa dai nostri link, potremmo guadagnare una commissione. Scopri di più

Migliori serre da balcone febbraio 2024

Simone Alvaro Segatori il e aggiornato il

Immagine di Migliori serre da balcone febbraio 2024
Aggiornato

Le serre da balcone sono un'ottima soluzione per coltivare le proprie piante anche in spazi ristretti. Se avete sempre voluto coltivare qualcosa non c'è bisogno di aspettare di avere un giardino, potete già farlo sul vostro balcone o addirittura in casa grazie alle serre idroponiche o agli orti verticali. Se volete invece proprio una serra da balcone dovete sapere che ne esistono diverse tipologie adatte alle esigenze di ogni coltivatore. In questa guida all'acquisto abbiamo preparato per voi una selezione con le migliori serre da balcone del mercato e anche una sezione con tutti i fattori da considerare per scegliere quella più adatta alle proprie piante.

La migliore serra da balcone del mercato

La nostra scelta
Immagine di VERDELOOK Serra

VERDELOOK Serra

La migliore serra da balcone del mercato

Serra a 4 ripiani in acciaio verniciato + telo in PVC, semplice e veloce da montare. Misure: 69x49x157 cm.
Dopo aver confrontato centinaia di serre da balcone, come nostra scelta abbiamo optato per quella di Verdelook. Si tratta di una serra d'acciaio molto resistente al vento e alle intemperie e molto spaziosa con ben 4 ripiani per riporre le vostre piante. Il montaggio è molto semplice e dopo aver fissato la struttura il telo in PVC va steso sulla serra e fissato negli appositi punti. L'apertura è unica posta sul fronte con le "ante" che possono essere arrotolate. Il prezzo è popolare, lo spazio occupato nella media, difficile trovare una serra migliore a questa cifra.

La migliore in alluminio

Qualità
Immagine di KESSER serra

KESSER serra

La migliore in alluminio

Serra in alluminio di elevata qualità e robustezza, montaggio a clip, ottima per la coltivazione di pomodori. Misure: 158 cm x 69 cm x 50 cm (altezza x larghezza x profondità).
Se cercate qualcosa di qualità più elevata per una serra e avete qualche euro in più da spendere, allora la soluzione offerta da Kesser è quello che fa per voi. Si tratta di una serra molto più elegante di quella vista prima, sempre con 4 ripiani ma stavolta con struttura in alluminio, la migliore quando si parla di serre da balcone. Il montaggio dei tubolari della struttura avviene tramite praticissime clip, mentre il telo di copertura è sempre in PVC ma con la chiusura per avere un controllo della temperatura perfetto. In definitiva è la versione plus della nostra scelta ma costa anche di più.

La migliore per chi ha poco spazio

Mini
Immagine di Garden Friend serra

Garden Friend serra

La migliore per chi ha poco spazio

Serra a 2 piani con copertura rimovibile in PVC, ruote incluse e apertura con doppia zip. Misure: 69 x 49 x 93 cm.
Se il vostro balcone non vi permette di installare delle serre più grandi, questa piccola serra realizzata da Garden Friend potrebbe fare al caso vostro. Si tratta di una vera e propria serra mini di 2 soli ripiani con copertura in PVC e ruote per spostarla più facilmente. Anche in questo caso l'apertura è unica, frontale, e la porta può essere arrotolata per aumentare il ricircolo dell'aria. In poche parole: la serra perfetta per le piante aromatiche o per le vostre piante grasse.

La migliore in legno

Materiale
Immagine di RELAX4LIFE serra

RELAX4LIFE serra

La migliore in legno

Serra in legno di abete, resistente, con cerniere metalliche e vetro in PC. Misure: 100 x 60 x 40 cm, ma disponibile anche in altre misure e forme.
Arriviamo ora ad un prodotto abbastanza costoso ma dalla grande qualità costruttiva. RELAX4LIFE propone infatti una serra realizzata in legno di abete che assomiglia ad una vera e propria vetrinetta vintage e che potrebbe aggiungere un tocco di design al vostro balcone. Il vetro della serra è in PVC rinforzato per resistere egregiamente agli agenti atmosferici, mentre la struttura in legno si occupa di rendere la serra stabile e duratura. Oltre all'apertura ad ante frontale, questa serra con 3 ripiani ha un meccanismo che permette di aprire il tetto per far fluire ancora più aria. Non è un prodotto economico, ma è una delle serre più belle che potete mettere sul balcone.

La migliore con le ruote

Mobile
Immagine di Relaxadays serra

Relaxadays serra

La migliore con le ruote

Serra per giardinaggio a 3 ripiani con ruote e copertura in plastica trasparente e arrotolabile. Misure: HLP 130x70x48 cm.
Chiudiamo la selezione con una serra spaziosa che offre 3 ripiani dalla doppia profondità. Stiamo parlando della serra Relaxadays, realizzata in acciaio verniciato e con copertura in PVC che si fissa come visto nelle altre serre. Anche questa ha la porta arrotolabile per far fluire l'aria ma la base della serra è dotata di ben 4 ruote. Se avete necessità di spostare spesso la serra per far prendere più luce alle piante, questa è la serra migliore che potete acquistare. Inoltre le ruote hanno persino dei blocchi che permettono di rendere ancora più stabile la struttura.

Chi dovrebbe scegliere una serra da balcone?

La serra da balcone è una soluzione dedicata a tutte quelle persone che vivono in appartamento e non hanno accesso a un giardino o a un terreno aperto. Una serra da balcone può offrire la possibilità di coltivare piante fresche e aromatiche direttamente sul balcone. Inoltre, può donare allo spazio esterno un tocco di verde e vitalità. Anche se siete interessati a produrre del cibo fresco, una serra da balcone può fornire l'ambiente ideale per coltivare ortaggi, erbe aromatiche e frutti, riducendo la dipendenza dal supermercato e garantendo un prodotto di qualità. In questo modo si ha un'alternativa sostenibile al continuo acquisto di alimenti. Se siete preoccupati per l'impatto ambientale, una serra da balcone può essere un'alternativa a basso impatto, poiché consente di produrre cibo locale e biologico e ridurre l'impronta ecologica legata al trasporto dei prodotti agricoli. Infine, se semplicemente siete appassionati di giardinaggio e volete coltivare piante in un ambiente protetto, la serra da balcone è consigliata anche per voi. Con una serra da balcone, infatti, potrete coltivare una vasta gamma di piante, senza dovervi preoccupare delle condizioni meteorologiche esterne o dello spazio limitato. A patto naturalmente di avere un balcone abbastanza capiente per la serra, anche se ormai esistono davvero tantissime tipologie di serre.

Quali tipi di serre da balcone esistono?

Ci sono diverse tipologie di serre da balcone tra cui scegliere, in base alle esigenze e alle dimensioni del proprio spazio esterno. Ogni serra va incontro ad una determinata esigenza e una determinata tipologia di balcone.

  • Serre classiche: queste sono le serre più tradizionali e comunemente usate. Sono costituite da una struttura in metallo o legno, e coperte da pannelli di vetro o policarbonato. Sono robuste e resistenti alle intemperie e richiedono un po' di manutenzione;
  • Serre a tunnel: le serre a tunnel sono costituite da un'arcata in metallo o plastica che viene ricoperta da una pellicola trasparente. Sono facili da montare e smontare, ma meno resistenti rispetto alle serre classiche, inoltre richiedono un terrazzo di ampia metratura;
  • Serre a cupola: le serre a cupola sono sempre costituite da una struttura in plastica o metallo, coperta da una pellicola trasparente ma a forma di cupola. Questo tipo di serre sono resistenti alle intemperie e molto spaziose, ma possono essere più difficili da montare rispetto alle altre tipologie e richiedono sempre un grande spazio;
  • Serre a parete: le serre a parete sono costituite da una struttura in metallo o legno, fissata alla parete del balcone. Sono perfette per chi dispone di poco spazio esterno, ma necessitano di una buona esposizione al sole;
  • Serre portatili: le serre portatili sono costituite da una struttura leggera in plastica o metallo, coperta da una pellicola trasparente. Sono facili da montare e smontare, ma non sono molto resistenti alle intemperie e necessitano di una superficie piana per essere collocate;
  • Serre mini: infine, per chi ha davvero poco spazio, ci sono le serre mini, adatte a piccole piante o a cactus, che possono essere spostate con facilità e non ingombrano.

Come scegliere una serra da balcone?

Oltre alla tipologia, come abbiamo appena visto, nella scelta di una serra da balcone ci sono anche altri fattori da considerare. Ecco quelli che vi consigliamo di valutare per scegliere la vostra serra.

Dimensioni

La prima cosa da considerare quando si sceglie una serra da balcone è la dimensione. Le serre da balcone sono disponibili in diverse dimensioni, quindi è importante scegliere quella giusta per lo spazio disponibile. È importante misurare il proprio balcone prima di acquistare una serra per assicurarsi che ci sia abbastanza spazio per posizionarla. In genere, le serre da balcone variano in lunghezza da 1 a 2 metri e in larghezza da 50 cm a 1 metro.

Materiali

Le serre da balcone sono disponibili in diversi materiali, tra cui vetro, policarbonato e PVC. Per quanto riguarda la copertura, il vetro è il materiale più resistente e durevole, ma anche il più costoso e più fragile. Il policarbonato è più leggero e resistente del vetro, ma può graffiarsi facilmente. Il PVC è il materiale più economico, il più diffuso, ma anche il meno bello da vedere. Si tratta di un telo plastico che ricopre la struttura e che va fissato sullo scheletro della serra.

Lo scheletro della serra, a proposito, rappresenta la sua struttura. Questo può essere di alluminio, un materiale leggero e resistente alla ruggine, una scelta popolare per le serre da balcone. Inoltre, l'alluminio è facile da pulire e richiede poca manutenzione, anche se tuttavia è più costoso degli altri materiali. Scegliendo una serra con intelaiatura di acciaio sia avrà invece una struttura robusta e resistente alla corrosione, ma anche abbastanza pesante e difficile da spostare. Il legno offre una bella estetica rustica ed è un buon isolante termico. Peccato però che risulti molto costoso e richieda davvero tanta manutenzione, specie se esposto a sbalzi di temperatura e umidità. Infine, anche in questo caso, il PVC risulta fondamentale per avere una struttura leggera ed economica, anche se purtroppo non così resistente come quella in altri materiali.

Stabilità

La stabilità è un'altra caratteristica importante quando si sceglie una serra da balcone, specie se vivete in zone molto ventose. È importante, infatti, che la serra sia abbastanza stabile da resistere ai venti forti e alle intemperie. Come abbiamo visto, le serre più stabili sono quelle con una struttura in metallo o legno, ma potete anche aiutarvi con dei piccoli trucchi per rendere la vostra serra perfettamente stabile. Ad esempio potreste creare un sistema di fissaggio con il muro o la ringhiera del balcone. Usare i vasi più grandi per appuntarla al terreno oppure spostarla in una zona riparata del balcone durante le giornate più ventose.

Ventilazione

La ventilazione è altrettanto importante per la crescita delle piante all'interno della serra. È importante perchè la serra deve avere abbastanza spazio per far circolare l'aria fresca. Senza lo spazio necessario per respirare, sulla serra si formeranno diverse goccioline di condensa che a lungo andare faranno marcire le piante. Ricordate quindi di areare spesso la serra tenendola aperta nelle giornate migliori. Alcune serre includono un sistema di ventilazione automatico che può essere programmato per aprire e chiudere le finestre in base alla temperatura. Altre montano un vero e proprio aeratore che fa circolare l'aria. Per risolvere, almeno in parte, il problema della condensa, evitare il sovraffollamento della serra.

Riscaldamento

Come la ventilazione, anche il riscaldamento è fondamentale, specie se coltivate piante esotiche. In questo caso parliamo di serre con vere e proprie lampade solari, simili a quelle per la coltivazione idroponica, che risultano molto più costose delle serre classiche e non sono indicate per tutte le tipologie di piante. Prima di acquistare una serra con riscaldamento cercate di capire bene quali sono le piante che volete coltivare al suo interno.

Mobilità

Infine, se avete piante che richiedono di essere spostate continuamente di esposizione, valutate l'acquisto di una serra mobile. Oltre alle portatili, che sono piccole e possono essere spostate senza sforzo, esistono anche serre con le ruote come base della struttura che rendono gli spostamenti facili senza dover spostare tutte le piante e poi rimetterle nella serra.

Cosa posso coltivare in una serra da balcone?

In una serra da balcone è possibile coltivare molte varietà di piante, in base alle proprie preferenze e alle condizioni ambientali dello spazio esterno.

  • Piante ornamentali: le piante ornamentali, come i fiori, le piante grasse o le piante rampicanti, possono donare al balcone un tocco di colore e vitalità. Tra le varietà più comuni ci sono le petunie, le begonie, i gerani, le rose rampicanti, le piante di peperoncino o le succulente;
  • Erbe aromatiche: le erbe aromatiche, come il basilico, il prezzemolo, il timo, la salvia, il rosmarino o la menta, sono ideali per coltivare in una serra da balcone, poiché richiedono pochissimo spazio e possono essere raccolte per essere utilizzate in cucina;
  • Ortaggi: se volete coltivare verdure in una serra da balcone, potete optare per ortaggi a foglia, come la lattuga, gli spinaci, la rucola, oppure per ortaggi a radice, come le carote o i ravanelli. Le piante di pomodoro o di peperone possono essere coltivate in vaso e possono dare ottimi risultati, ma richiedono maggiori cure e spazio;
  • Frutti: alcune varietà di frutta possono essere coltivate con successo in una serra da balcone, come i limoni, i kiwi, le fragole e le bacche di goji. Tenete presente che queste piante necessitano di condizioni di coltivazione specifiche e di un adeguato supporto strutturale;
  • Piante esotiche: se infine siete appassionati di piante esotiche, potete scegliere di coltivare in serra varietà di origine tropicale o subtropicale, come l'albero del tè, la palma da datteri, la banana o l'avocado. Queste piante richiedono un clima caldo umido e possibilmente una serra con riscaldamento.

Dove è meglio posizionare una serra da balcone?

Il posizionamento della serra da balcone è un aspetto fondamentale da considerare per garantire la salute e la crescita delle piante. La posizione ideale per la serra da balcone è quella che riceve il maggior numero di ore di luce solare al giorno. Le piante hanno bisogno di luce solare per la fotosintesi e la crescita, quindi assicuratevi che la serra sia esposta al sole per almeno 6 ore al giorno. Inoltre, se vivete in un'area calda, assicuratevi di posizionare la serra in una zona parzialmente ombreggiata per evitare il surriscaldamento delle piante.

Come dicevamo, anche il vento può essere dannoso per le piante e causare danni alla struttura della serra. Cercate quindi di posizionare la serra in un'area protetta dal vento, ad esempio vicino a una parete o a un muro. L'esposizione incide poi anche sulla temperatura della serra. Bisogna infatti assicurarsi di posizionare la struttura in un'area che rimanga fresca durante i mesi estivi e calda durante i mesi invernali. Se vivete in un'area con temperature estreme, magari è meglio dotarsi di una serra termica, oppure una serra mobile per spostarla all'occorrenza.

Infine la serra non deve ingombrare ma stare in un'area del balcone che non vi dia fastidio. Possibilmente vicino al rubinetto dell'acqua visto che dovrete annaffiare le piante.

Quanto dovrebbe costare una serra da balcone?

Chiudiamo questa guida con alcune informazioni sul prezzo di una serra da balcone. Il costo di questi prodotti dipende da vari fattori, come le dimensioni, i materiali utilizzati, la qualità della struttura e gli accessori inclusi.

In linea di massima, una serra da balcone economica può costare dai 35 agli 80 euro. Questi modelli di solito sono realizzati con telai in metallo leggero e coperture in plastica o tessuto. Potrebbero essere sufficienti per le piante che richiedono solo un po' di protezione dalle intemperie, ma potrebbero non essere sufficientemente robusti per le piante che necessitano di maggiori cure.

Le serre di fascia media possono costare da 80 a 150 euro. Questi modelli hanno spesso una struttura in alluminio o acciaio, coperture in policarbonato e accessori come le scaffalature interne, i sistemi di irrigazione e i termostati. Sono adatti a una vasta gamma di piante e possono resistere a una varietà di condizioni meteorologiche.

Le serre di fascia alta, invece possono costare anche più di 150 euro. Questi modelli di solito sono realizzati con materiali di alta qualità, come il legno massiccio o il vetro temperato. Sono dotati di accessori come l'illuminazione, i sistemi di ventilazione, i sistemi di riscaldamento e la climatizzazione. Sono adatti per coltivazioni di piante di maggior valore, per uso professionale o per un impiego a lungo termine.

Non rimanere indietro, iscriviti subito!

Non perdere le offerte che potrai trovare sul nostro portale.

Abbiamo a cuore la tua sicurezza. Leggi la nostra Privacy Policy.

Perché puoi fidarti di noi

SOS Home & Garden è fondato sul principio delle recensioni oneste e obiettive. I nostri esperti testano migliaia di prodotti ogni anno, utilizzando piani di test accurati che mettono in evidenza le principali differenze di prestazioni tra i prodotti concorrenti. Niente unità selezionate dai produttori. Nessun contenuto sponsorizzato. Nessuna pubblicità. Solo test e confronti reali e onesti. Quando compri qualcosa dai nostri link, potremmo guadagnare una commissione. Scopri di più

Logo
3LABS S.R.L. • Via Dante 16 - Milano (MI) 20121 CF/P.IVA: 04146420965 - REA: MI - 1729249 - Capitale Sociale: 10.000 euro

Copyright © 2024 - 3Labs Srl. - Tutti i diritti riservati.